Come riciclare il pane: alcune ricette

Come riciclare il pane? Avete in casa pane secco o raffermo, del giorno prima, acquistato ma non del tutto consumato? Sicuramente stiamo parlando di pane indurito, che dopo diverse ore perde la caratteristica freschezza e croccantezza, e non può dunque essere utilizzato per accompagnare il proprio pasto quotidiano.

Il riciclo del pane avanzato è una tradizione diffusa da tempo immemore: i nostri nonni hanno creato delle ottime ricette tutt’oggi validissime e spesso introdotte nella cucina tradizionale di tantissime regioni italiane. E’ dunque davvero semplice evitare ogni tipo di spreco e creare dei piatti fantasiosi ed eleganti che possono adattarsi a qualsiasi menù.

Alcune ricette per riciclare il pane

Ricicliamo il pane ottenendo bruschette

Il pane avanzato è particolarmente indicato nella creazione di ottime bruschette, infornando il pane per circa 10 minuti a 180°. Può essere condito prima o dopo la cottura: infornato con ingredienti quali prosciutto, mozzarella, uova sbattute, oppure farcito dopo il passaggio al forno con cubetti di pomodoro, aglio, basilico, olive o salse.

Un altro metodo, il pan grattato dal pane raffermo

Altro metodo molto diffuso, quello di ottenere pan grattato per condire carne o alimenti. Il pan grattato potrà essere successivamente aromatizzato in base alla nostra destinazione d’uso: possiamo aggiungere aglio, rimo, rosmarino, prezzemolo, olio, sale pepe o anche qualsiasi altra erba aromatica a nostro piacimento.

I piatti poveri

Sorprendete i vostri commensali con piatti poveri carichi di storia e tradizione: la panzanella umbra, il soufflé di pane, gli gnocchi di pane con salsa ai formaggi, le zuppe, il pancotto (conosciuto in toscana come “pappa con il pomodoro”, le polpette. Tecnicamente sono piatti estremamente semplici da realizzare e sorprendentemente gustosi.

Riciclare il pane sfornando dolci

Anche la realizzazione di dolci può essere citata nel riciclo di pane: per la preparazione della torta di pane bisogna lasciare per 10 minuti circa la mollica a mollo nel latte, poi va amalgamata con uova, burro e farina. Su questa base poi bisognerà applicare cioccolato, creme, limone o altri condimenti a vostro gradimento.

Nessun limite alla fantasia

Per riciclare il pane avanzato potrete semplicemente lavorare con la fantasia, in base ai vostri gusti, al tempo a vostra disposizione ed alle vostre attitudini in cucina. Se avete qualche ricetta particolare, non esitate a farcela conoscere citandola nei commenti in basso!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top