Smaltimento amianto Sicilia: cosa dicono le norme

rimozione eternit sicilia

Con la Legge 29 Aprile 2014, n°10, si stabiliscono le norme per la tutela e la salute del territorio, rispetto ai rischi derivanti dall’uso dell’amianto in Sicilia.

Prima di questa legge, i riferimenti normativi a riguardo erano rappresentati dalle fonti comunitarie risalenti agli anni ’80 (dir.80/1107 CEE) concernenti la protezione dei lavoratori esposti a questo materiale.

A livello nazionale, invece, si deve attendere la legge ordinaria del Parlamento n°257 del 27/03/1992, per avere norme relative alla cessazione dell’impiego di amianto.

Questo infatti, è una sostanza minerale a base di silicio, in grado di formare fibre flessibili e resistenti al calore.

Inalare queste fibre o la polvere di amianto rappresenta un enorme rischio per la salute, in quanto, altamente cancerogeno.

Occorre perciò che sia evitata l’esposizione anche a bassi livelli di concentrazione.

Per questo motivo si rende sempre più necessaria la bonifica ed un corretto smaltimento del materiale.

La legge del 29 Aprile 2014, rappresenta, per queste motivazioni, un passo in avanti per la prevenzione dei rischi che derivano dall’esposizione all’amianto e conseguentemente per procedere alle bonifiche dello stesso materiale nell’isola.

 

REGIONE SICILIANA

 

Le successive modifiche apportate alla citata legge, possono essere reperite nel sito internet della Regione, al seguente link:

http://pti.regione.sicilia.it/portal/page/portal/PIR_PORTALE/PIR_LaStrutturaRegionale/PIR_PresidenzadellaRegione/PIR_ProtezioneCivile/PIR_Areetematiche/PIR_Previsioneeprevenzione/PIR_PortaleInformativoAmianto.

Nel portale, infatti, è possibile visionare e scaricare i documenti pdf delle più recenti norme in materia di amianto.

Tra questi, l’articolo 37 del L.R. 8/2018 (Rimozione e smaltimento amianto).

 

V.A.S.

 

Nel sito è presente anche procedura di VAS (Valutazione ambientale strategica), ex art.13 comma 1D.L.vo 152/06 e s.m.i., relativa al piano di protezione dell’amianto nell’isola.

Ugualmente scaricabile anche il documento relativo alla procedura: “Rapporto preliminare ambientale”.

 

CENSIMENTI E MAPPATURE

 

I documenti nel portale, contengono i censimenti e le mappature dei siti comunali nei quali si rileva la presenza di amianto ed anche i registri pubblici di edifici, mezzi ed impianti nei quali sia certa la presenza dello stesso.

 

PROTOCOLLO SANITARIO

 

E’ anche possibile prendere visione del protocollo sanitario regionale standardizzato per gli accertamenti in materia di amianto (art.11 c 1 L.R. 10/2014).

ARPA (agenzia regionale per la protezione dell’ambiente)

Una finestra nel sito rimanda a questo link: http://www.arpa.sicilia.it/primopiano/amianto-legge-29-aprile-2014-n-10-comunicazioni-obbligatorie-da-parte-dei-soggetti-pubblici-e-privati-nonche-dei-soggetti-imprenditoriali/.

Si possono trovare alcune norme e documenti relativi alle procedure di smaltimento dell’amianto.

 

DECRETI PIU’ RECENTI

 

I recenti decreti del 10 Luglio 2018 e DDG N°841 del 22/10/2018, trattano rispettivamente di “Approvazione dei criteri di assegnazione ai finanziamenti per attività che si occupano di rimozione e smaltimento di manufatti che contengono amianto” e quello per il “Finanziamento e l’approvazione dell’elenco dei comuni beneficiari”.

 

AGEVOLAZIONI FISCALI

 

Attualmente è infatti possibile accedere agli incentivi per lo smaltimento dell’amianto ed usufruire di agevolazioni fiscali.

La legge di bilancio 2019 si occupa di amianto ed il legislatore inserisce nella manovra alcuni incentivi che hanno lo scopo di agevolare le azioni volte alla bonifica di questo materiale nocivo.

Detrazioni fiscali per interventi di bonifica, benefici previdenziali concessi ai lavoratori esposti e credito di imposta per chi effettua erogazioni in denaro al fine di realizzare interventi su edifici e terreni pubblici, sono alcune delle possibilità offerte.

All’articolo 1, commi da 156 a 161 della Legge n.185/2018, si istituiscono le disposizioni di questa agevolazione, che stabiliscono un credito del 65% per le erogazioni liberali effettuate.

E’ del 26/02/2019, l’approvazione della delibera di giunta della Regione Sicilia che individua siti dove trattare e smaltire l’amianto con ingente risparmio finanziario e ambientale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top