Come riciclare un vecchio pulmino

bulli

Di idee per riciclare ce ne sono tante e per tutti i gusti, ma quelle per riciclare un vecchio pulmino sono veramente impegnative, in quanto, oltre alla fantasia e alla creatività, bisogna affrontare problematiche più complesse, tipiche di un grosso mezzo di locomozione.

Riciclare il Volkswagen Bulli

Il Volkswagen Bulli ha segnato un’epoca, è stato il pulmino più amato in tutto il mondo e tutt’ora gode di un gran numero di estimatori, amanti della sua linea inconfondibile. Il pulmino dei figli dei fiori, variopinto, è stato anche il primo prototipo di camper, con una versione appositamente accessoriata.

casa vecchio furgoneOggi questo minibus è ritornato a vita, riutilizzato nelle più svariate maniere. C’è chi lo ha trasformato in una limousine per matrimoni, con divanetti interni in stile anni ’60, oppure completamente restaurato come da originale. Un’altra idea geniale è stata quella di ospitare al suo interno un mini cinema, o, ancora, quella di creare internamente suggestivi scenari intercambiabili appositamente studiati per divertenti servizi di photo matrimonio, laurea, o altri tipi di feste private dal sapore vintage, e quindi trovando anche un lavoro divertente. C’è chi, invece, al posto delle ruote, ci ha messo un cingolato, per trasformarlo in un gatto delle nevi con discoteca annessa, con tanto di casse sul tettuccio e console dj.

Da vecchio furgone a casa mobile

Sicuramente il modo più classico per riciclare un vecchio furgone, è quello di trasformarlo in una casa mobile. Questo tipo di operazione è stata fatta su svariati tipi di furgone o minivan, con l’intenzione di creare un camper fai da te. Comprare per pochi soldi un vecchio furgone, e con tanto di progetto, mano d’opera a costo zero, e accessori riciclati, creare un camper personalizzato.

Ma non finisce qui, in quanto c’è chi si è spinto ancora oltre. Prendete un vecchio autobus, svuotatelo del tutto, e trasformatelo in una vera è propria casa motorizzata. Questa idea è stata portata avanti da due donne israeliane, che hanno cominciato a recuperare vecchi autobus dismessi, tolti dalla circolazione, per farne delle case vere o proprie, e aiutare chi non poteva permettersi una vera casa. Questi autobus al loro interno hanno tutto ciò che occorre, dal salottino all’angolo cottura, dal bagno con doccia al letto matrimoniale, il tutto in un ambiente climatizzato, anche tecnologico, distribuito su una superficie di 24 metri quadrati.

Queste sono solo alcune delle idee che sono state portate a termine da chi ha a cuore l’arte del riciclo intelligente e sostenibile, ma che può produrre anche lavoro, come nel caso dei pulmini per matrimoni e feste.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top