Punture di zanzara, evitale con i rimedi naturali

zanzara tigre

Image courtesy CDC/James Gathany, 2000. (Photo by Smith Collection/Gado/Getty Images).

Ci siamo quasi, l’estate è alle porte, ma certi insetti sgradevoli hanno già iniziato a farsi vedere nelle tiepide serate primaverili: le zanzare. Questo insetto molesto, una volta ci infastidiva solamente dopo il tramonto, oggi, da quando sono arrivate nel nostro territorio anche le zanzare tigre, il fastidio prosegue anche di giorno. Queste, infatti, operano prevalentemente durante la giornata, soprattutto nelle ore più fresche, e sono decisamente più aggressive di quelle a cui eravamo fino a ora abituati. Le zanzare tigre possono pungere ripetutamente anche da sopra gli abiti.

Come evitare di essere punti: rimedi naturali

Le punture di zanzara, soprattutto per i soggetti sensibili o per quelli allergici, sono un vero incubo. In tali soggetti, infatti, possono dare luogo a una reazione che si manifesta con un ponfo pruriginoso o doloroso in alcuni casi, nei soggetti allergici si arriva anche ad avere delle vescicole che si scoppiano e che possono prendere infezione ulcerandosi. Insomma, non si tratta di un mero fastidio per diverse persone, per cui è davvero importante riuscire a proteggersi.

Per fortuna ci sono diversi rimedi naturali che possono evitare di farci pungere, ottimi da utilizzare soprattutto su bambini molto piccoli, anche se in alcuni casi è bene chiedere comunque al proprio pediatra. Tra i vari rimedi naturali uno tra i più efficaci è quello a base di olio di neem. Si tratta di un olio molto profumato, ma decisamente sgradito alle zanzare. Non bisogna però  passarlo addosso puro perché è irritante, allora meglio confezionare dei braccialetti di stoffa da impregnare con l’olio diluito con un po’ d’acqua.

Altro ottimo rimedio sono le salviette imbevute di citronella. Queste vanno frizionate sul copro, in commercio si trovano anche quelle specifiche per evitare le punture delle zanzare tigre.

La prevenzione è fondamentale

ponfi zanzaraLa cosa migliore da fare, tuttavia, è quella di prevenire l’infestazione di zanzare. Cosa si deve fare? Per prima cosa evitare di creare un habitat favorevole alla loro riproduzione. Evitiamo di lasciare acqua nei sottovasi, ma facciamo attenzione anche ad eventuali fessure tra i muri, soprattutto le zanzare tigre possono deporre le uova in ambienti umidi, anche senza la presenza di acqua e quando questa sarà tornata in sede le uova si schiuderanno. Attenzione quindi anche a eventuali vasi di fiori che teniamo in casa, meglio cambiare l’acqua tutti i giorni. Munirsi di zanzariere a tutte le finestre, le serate all’aperto saranno sempre a rischio, ma quelle all’interno almeno no.

Posizionare in giardino piante ornamentali o aromatiche sgradite alle zanzare tra cui certamente i gerani, che sono belli e utili. Possiamo poi utilizzare candele alla citronella come repellente naturale all’aperto.

Se l’infestazione è seria ci vuole un professionista

Delle volte però può capitare che la presenza delle zanzare, soprattutto di quelle tigre, sia davvero oppressiva, come accade da qualche anno a questa parte in diversi quartieri di Roma dove le zanzare tigre hanno trovato un habitat particolarmente favorevole. Cosa hanno fatto in questo caso i cittadini singoli? Hanno contattato un’azienda di disinfestazione roma che in concomitanza con le azioni intraprese dal comunque sono riuscite a limitare la presenza di questi sgradevoli insetti sul territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top